come è fatta l'erba sintetica

come è fatta l’erba sintetica

In commercio sono presenti diverse tipologie di erba sintetica alcune molto simili a quella naturale altre, di qualità inferiore, sono facilmente riconoscibili come materiali plastici.

A fare la differenza sono proprio le sostanze utilizzate per la realizzazione dei fili d’erba, sia per quanto riguarda l’aspetto estetico sia per la qualità e di conseguenza per il prezzo.

Vediamo quali sono i materiali comunemente utilizzati per la realizzazione dell’erba sintetica, le loro caratteristiche e per quali tipi di manto erboso vengono utilizzati.

 

 

Materiali erba sintetica

In linea generale per la produzione delle fibre che serviranno a fare l’erba sintetica vengono utilizzati tre tipi di materiali: il polipropilene, il polietilene e il poliammide, più conosciuto con il nome di nylon.

Ognuna di queste sostanze renderà il prato in erba finta più o meno resistente, più o meno realistico, più o meno costoso.

 

Prato sintetico in Polipropilene

L’erba finta in polipropilene ha sicuramente il vantaggio di avere un costo notevolmente ridotto rispetto alle altre tipologie e in genere viene usato per la realizzazione di prati sintetici di fascia media.

I prati in polipropilene somigliano a un tipo di erba molto bassa, chiamata “a radice”, non hanno un grande impatto estetico, ma hanno una buona durata e una grande resistenza ai raggi solari.

 

Erba sintetica in Polietilene

Il polietilene viene utilizzato per la realizzazione di manti erbosi più resistenti e di qualità maggiore rispetto a quelli fatti in polipropilene. L’impatto estetico è molto simile a quello naturale in quanto i fili d’erba hanno un’altezza e una morbidezza tale da simulare molto bene un prato tradizionale.

L’erba in polietilene deve essere posata tramite intaso a radice che oltre a garantire maggiore durata e naturalezza fa in modo che il filo d’erba rimanga sempre ben diritto anche se sottoposto a calpestio continuo.

In sintesi il polietilene possiede maggiore elasticità, maggiore morbidezza e durata rispetto al polipropilene.

 

Unendo qualità e costi accessibili, il polietilene è uno dei materiali più utilizzati e apprezzati per la creazioni di prati per giardini o aree private.

 

Erba finta in Poliammide

Il nylon viene usato per manti erbosi di altissima qualità. Tra i tre tipi di materiali esaminati fino ad ora il poliammide è sicuramente il più resistente, ma anche il più costoso, quindi il meno frequentemente utilizzato per la realizzazione di prati privati.

Il suo maggiore utilizzo è in zone molto trafficate come i grandi centri commerciali o gli aeroporti.